Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu
Disturbo d’Ansia Sociale in età evolutiva

Disturbo d’Ansia Sociale in età evolutiva

  Nonostante negli anni sia notevolmente aumentata l’attenzione clinica verso la Fobia Sociale, ad oggi risulta ancora difficile la distinzione tra ansia patologica e ansia legata allo sviluppo normale dell’individuo. Durante l’infanzia e l’adolescenza, infatti, fluttuazioni dell’ansia e delle paure sono considerate normali e si manifestano in prevalenza attraverso paura degli estranei e ansia di separazione nei bambini più piccoli, e sottoforma di ansia prestazionale nei bambini più grandi e negli adolescenti. E’ infatti piuttosto frequente che un bambino possa mostrarsi preoccupato nell’affrontare una interrogazione o mostrarsi riluttante nell’entrare a far parte di una classe nuova, così come un adolescente possa esitare nel partecipare ad una festa o nel chiedere un appuntamento. Normalmente queste paure sono passeggere e determinano un disagio limitato, l’ansia infatti si attenua fino a sparire non appena il soggetto affronta tali esperienze familiarizzando con esse. Un bambino affetto da fobia sociale è però diverso da un bambino semplicemente timido, un bimbo timido infatti non prende l’iniziativa per giocare, ma riesce a stare con gli altri...

Read More
SOCIAL SKILL TRAINING PER IL RITIRO SOCIALE

SOCIAL SKILL TRAINING PER IL RITIRO SOCIALE

    LE DIFFICOLTA’ INTERPERSONALI   Costruire e mantenere legami con gli altri costituisce una delle abilità fondamentali e distintive alla base del comportamento umano. Ogni individuo è infatti chiamato ad aderire nel corso della sua vita ad un complesso scambio interattivo, che esordisce a partire dalle relazioni precoci con le figure genitoriali, prosegue nel gruppo dei pari sino a raggiungere la piena maturazione in età adulta. L’insieme delle esperienze interpersonali rappresenta l’occasione fondamentale in cui l’individuo raffina e potenzia il corredo delle abilità necessarie per entrare in contatto con l’altro. La linearità di tale percorso può per diverse ragioni essere compromessa e alterata da condizioni ambientali sfavorevoli, che ne arrestano il normale sviluppo. Già dalla prima infanzia possono, infatti, presentarsi atteggiamenti e condotte contraddistinti da estrema timidezza e riluttanza a partecipare alla vita di gruppo. Il quadro diviene poi più preoccupante e grave allorché l’individuo, a seguito del ripetersi di situazioni negative, cronicizza nel tempo strategie interpersonali disadattive e distanti dal comune modo di agire e sentire. In...

Read More
Timidezza

Timidezza

  Che cos’è la timidezza? A tutti sarà capitato di provare un’episodica difficoltà o ansia in occasioni sociali, mentre sono diverse le persone che le vivono con difficoltà costante. Questa condizione è definita con numerosi appellativi, a volte usati impropriamente in modo interscambiabile, specialmente dai “non addetti ai lavori”: ansia sociale, timidezza, ritrosia sociale, introversione, fobia sociale, inibizione, disturbo evitante, ecc. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza in merito, definendo cosa sia l’ansia sociale, la timidezza e dare un accenno alla fobia sociale, con cui viene spesso confusa. Per ansia sociale, esperienza profondamente umana, normale e fisiologica, percepita da quasi tutti, s’intende l’insieme dei fenomeni di disagio provati in occasione di un confronto con alcune o tutte le situazioni sociali o delle situazioni in cui è richiesta una performance (Antony e Rowa, 2010). L’ansia è caratterizzata da uno stato di attivazione neurovegetativa che tende a perdurare e che può manifestarsi con tachicardia, difficoltà respiratorie, tremori, vertigini, rossore, sudorazione o tensione muscolare. Provare ansia sociale non denota necessariamente essere...

Read More
Il Disturbo Evitante di Personalità

Il Disturbo Evitante di Personalità

Il Disturbo evitante di Personalità (DEP)  nasce come entità diagnostica quando Millon (1969) lo differenzia dalla personalità schizoide: dolorosamente inibito nel contatto sociale il primo, distaccato e indifferente alle relazioni il secondo. Alla soglia del contatto con gli altri DEP si sente inadeguato, ne teme il giudizio negativo, è inibito e prova ansia e vergogna, tipiche delle componenti fobiche della personalità (Akthar, 1986). Si sente estraneo nei rapporti duali ed escluso dai gruppi: non prova mai un pieno ed appagante senso di condivisione e di appartenenza. Le caratteristiche essenziali dell’APD, descritte nel DSM-IV-TR (APA, 2000) sono: una modalità pervasiva di inibizione sociale, sentimenti di inadeguatezza e ipersensibilità alla valutazione negativa. I criteri diagnostici si sono spostati progressivamente dal modo di vivere i rapporti intimi verso un più generale disagio nelle relazioni sociali. I due aspetti possono coesistere, questo però non è necessario. Il risultato è che oggi i confini del disturbo sono confusi (Livesley, 2001). Il set di criteri diagnostici del DSM è poco specifico, tanto da comportare numerose...

Read More
Fobia Sociale

Fobia Sociale

La fobia sociale viene definita come una “paura marcata e persistente di una o più situazioni sociali o prestazioni nelle quali la persona è esposta a persone non familiari o al possibile giudizio degli altri” (DSM IV-TR). Vengono identificati due sottotipi principali di ansia sociale. Quella generalizzata e quella specifica. L’ ansia generalizzata emerge in tutte le situazioni in cui l’individuo ha delle interazioni sociali (avere una conversazione, partecipare a feste, partecipare a dei gruppi): questa fobia è sicuramente un aspetto grave e limitante per la persona, che tende ad evitare via, via tutte le situazioni in cui entra in contatto con gli altri. L’altro sottotipo invece, l’ansia sociale specifica, è leggermente meno limitante, e si presenta come una paura che insorge in situazioni specifiche e definite (ad esempio parlare in pubblico). Nel 1993 Heimberg aggiunge alla distinzione tra ansia sociale generalizzata e ansia sociale specifica, l’ansia sociale non generalizzata. Fanno parte di questo terzo sottotipo tutti coloro che, pur soffrendo dei sintomi propri dell’ansia sociale, riescono ad avere...

Read More